Azuwater and Azuvoda

Recupero Acque Grigie

Descrizione

Recupero acque grigie per usi non potabili

Categoria/tipologia: recupero acque per usi non potabili.
Ambiti d’uso: utenza residenziale, commerciale, edilizia pubblica.
Volumi di accumulo: da 1’000 a 40’000 litri;
Riferimenti normativi: norma E DIN 1989-1:2000-12.
Materiali: calcestruzzo, polietilene, polipropilene, vetroresina.


Le acque grigie sono reflui civili domestici provenienti da lavandini, docce, vasche da bagno e lavatrici (*). Sono escluse le acque provenienti dai servizi igienici (WC) che sono classificate acque nere in senso stretto. Le acque grigie sono più semplici da trattare di quelle nere per le minori quantità e concentrazioni di inquinanti presenti.
L’acqua recuperata può sostituire quella potabile in molte applicazioni, permette il risparmio della risorsa idropotabile e dei costi di fornitura oltre a limitare le esigenze di ampliamento delle reti di adduzione e di distribuzione.
L’impianto di recupero acque grigie un sistema che raccoglie parte della acque reflue le tratta per alimentare la rete di acqua duale.

(*) Diversi tipi di acque reflue sono ammessi a seconda della tipologia di impianto di trattamento.

TOP

Principi di progettazione

Le acque grigie sono una risorsa che può essere sfruttata per usi non potabili. Possono contenere tracce di inquinanti come residui di cibo, grassi organici (vegetali ed animali), capelli e saponi e prodotti per la pulizia
Trattano normalmente le acque provenienti da insediamenti di medie dimensioni (contesti multifamiliari o residence), attività commerciali o realtà a livello industriale. Possono permette di recuperare notevoli quantità di acque salvaguardando la risorsa idropotabile specialmente più densamente popolate, nelle industrie agroalimentari, nella ristorazione, nell’ambito dei servizi (benessere e sportivi), scuole, università e altri edifici pubblici.
Le acque grigie contengo quantità sensibilmente inferiori di inquinanti rispetto alle acque nere, sono generalmente più semplici da trattare.
Normalmente sono sottoposte a trattamenti fisici preliminari come grigliatura e filtrazione grossolana per rimuovere i solidi di più grandi dimensioni. Successivamente seguono trattamenti di filtrazione (fine) o ultrafiltrazione (UF), osmosi, ecc.
In alcuni casi trovano applicazione processi biologici simili a quelli dei normali reflui misti per limitare le problematiche connesse aglio odori e alla crescita batterica.
Poichè è possibile che le acque contengano patogeni, una disinfezione finale è sempre raccomandata (raggi UV, clorazione, ozono, ecc.).
Gli impianti di trattamento acque grigie sono disponibili in diverse dimensioni individuate dalla portata media che possono trattare.
Gli impianti comunemente commercializzati trattano portate pressoché costanti, pertanto è necessario predisporre accumuli a monte e a valle del trattamento in senso stretto.
Per poter recuperare le acque grigie all’interno delle costruzioni è necessario avere due separate linee di scarico (nere e grigie) e due linee separate di alimentazione (acqua duale). Si raccomanda di considerarli in fase di progettazione dell’edificio, in modo da evitare successive complicazioni per realizzazioni in fasi successive.

TOP

Gestione e manutenzione

In caso le acque grigie vengono trattate da un impianto di recupero, in particolare se a scopo irriguo, è necessario utilizzare prodotti per la pulizia che non vadano a danneggiare l’impianto stesso o di difficile rimozione dall’effluente. In particolare è molto importante e attenersi al dosaggio consigliati dai singoli produttori.
Il contatto dell’utenza con le acque riciclate deve essere evitato poiché possono contenere contaminazioni fecali ed eventuali agenti patogeni. Il sistema deve essere progettato in modo che l’acqua venga convogliata in reti duali ben identificate con idonea segnaletica e non venga mai in contatto con la rete principale di acqua potabile.
Il dimensionamento del sistema e la sua configurazione può variare a seconda delle esigenze; diverse taglie di impianto e diversi volumi di accumulo e stoccaggio acque trattate possono adattare l’installazione a seconda delle necessità dell’utenza.
Si noti che non tute le tipologia di acque grigie possono essere trattate da tutti i tipi di impianto, poiché non sono tutte uguali.
Per esempio, le acque provenienti dalle cucine contengono forti quantità di residui alimentari mentre quelle provenienti dalla lavatrici sono molto più cariche di saponi e inquinanti di quelle delle docce e dei lavandini domestici.
Nonostante le acque grigie contengano molto meno patogeni delle acque nere, alcuni organi e Enti Competenti le considerano al pari delle acque nere.
La manutenzione regolare è fondamentale per il corretto funzionamento dell’impianto. È necessario riferirsi al manuale di uso e manutenzione dei singoli prodotti specifici ed attenersi scrupolosamente alle operazioni riportate.
Le acque grigie recuperate non possono assolutamente essere impiegati per usi potabili e messe in contatto con frutta e verdura ad uso alimentare (le parti commestibili non devono venire a contatto con le acque recuperate). La distribuzione deve
avvenire al disotto del livello del terreno: non è concesso l’utilizzo di irrigatori da giardino (sprinkler). Ogni tubo e rubinetto che porta acque riciclate deve essere ben invidiato e marchiato (acqua duale).
L’utilizzo di detergenti e prodotti per la pulizia meno aggressivi rende le acque grigie utilizzabili per un maggior numero di piante e vegetali.

TOP

Inquadramento normativo

Secondo la DIN 4046 (Water-supply; terms; DVGW code of practice – Wasserversorgung; Begriffe; Technische Regel des DVGW), le acque di processo sono definite come acque con diverse caratteristiche per usi commerciali, industriali, agricoli o simili.
In particolare, le acque grigie possono essere recuperate a fini domestici o commerciali per tutti gli utilizzi dove non è richiesta acqua potabile , come la ricarica delle cassette WC, l’irrigazione dei giardini, lavaggio mezzi, pulizie e lavatrici (in alcuni casi particolari).
Ci sono comunque norme e regolamenti locali alle quali l’impianto e il recupero delle acque sono assoggettati.

TOP

Applicabilità

Le acque grigie possono sostituire quella potabile per molte applicazioni comportando un notevole risparmio in termini ambientali ed economici sia per l’utenza che per l’ente gestore. Infatti non solo viene ridotto l’importo delle forniture di acqua potabile ma viene attenuata l’esigenza di ampliare le potenzialità delle reti di distribuzione di adduzione in relazione alla minore dotazione idrica richiesta.
In alcuni campi come complessi residenziali, condomini, hotel, scuole, centri benessere, spa, piscine, ecc. è un’applicazione che assume sempre maggiore importanza.
L’acqua trattata è impiegata, con maggiori risultati in termini economici, per il riempimento delle cassette WC e l’irrigazione delle aree verdi.
Questo sistema permette di risparmiare fino al 60% dell’acqua potabile normalmente richiesta dall’utenza.
Il riutilizzo delle acque grigie ha l’ulteriore vantaggio di alleggerire il carico sugli impianti di trattamento acque reflue centralizzati (municipalizzati) che possono così ottenere migliori risultati e minori costi di esercizio.
Le acque in uscita dagli impianti di recupero acque grigie sono di buona qualità e sono allenate con i più alti standard europei
Considerando che il prezzo dell’acqua potabile è costantemente in aumento, un sistema di recupero acque grigie sarà ammortizzabile in periodi sempre più ridotti.
Dal punto di vista ambientale, il riutilizzo delle proprie acque reflue, anche nel giardino privato, permette di sviluppare una maggiore sensibilità nell’utilizzo più responsabile dei prodotti per la pulizia (sia in qualità che in quantità) e disincetiva fortemente lo scarico di sostanze tossiche che non sono ammesse in fognatura.
Vantaggi

  • semplicità dei trattamento;
  • risparmio della risorsa idropotabile;
  • risparmio di denaro;
  • minori scarichi in impianti di trattamento reflui;
  • irrigazione piante e giardini;
  • recupero nutrienti.

Svantaggi

  • rete di acqua non potabile (duale);
  • attenzione ad usi impropri (segnaletica e cartelli);
  • pompe o gruppi di pressurizzazione;
  • manutenzione periodica.

TOP

Prodotti della categoria Recupero Acque Grigie

    Soluzione personalizzata
    • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

TOP