Azuwater and Azuvoda

Dissabbiatore SAND BLACK

Descrizione

Secondo la normativa europea UNI EN 858-2 i separatori di liquidi leggeri possono avere un sedimentatore o trappola fanghi e sabbie che può essere un’unità separata.
A completamento dei diversi impianti di separazione liquidi leggeri (benzine e petrolio) e posto a monte del separatore, viene chiamato trappola per i fanghi o dissabbiatore: un comparto di decantazione per la sedimentazione dei sedimenti trasportati dalle acque di dilavamento o dai reflui industriali (per esempio autolavaggi).

Applicazioni del dissabbiatore o trappola fanghi:

  • acque piovane di dilavamento da stazioni di servizio, parcheggi, sede stradale (superfici pavimentate);
  • acque reflue di processo da autolavaggi, applicazioni industriali ecc.

TOP

Caratteristiche

La vasca in cui è realizzato il dissabbiatore tipo SAND BLACK è realizzata in polietilene (PE) attraverso un moderno processo di stampaggio rotazionale. Nella produzione sono utilizzate delle materie prime controllate e sono accuratamente impostati i parametri delle macchine di stampaggio per ottimizzare il processo.
Il prodotti finito presenta un’elevata qualità costante nel tempo e la produzione automatizzata impedisce che si verifichino guasti causati dall’errore umano.
Il polietilene utilizzato nella produzione può essere facilmente riciclato riducendo così l’impatto ambientale.
I serbatoi in polietilene sono resistenti alla corrosione e le superfici lisce garantiscono una buona pulizia dopo le operazioni di manutenzione.

TOP

Specifiche tecniche

Il dissabbiatore SAND BLACK ha un’ottima capacità di sopportare carichi elevati pur mantenendo un peso ridotto del manufatto.
L’elevata resistenza meccanica è ottenuta grazie al design avanzato e ad una struttura nervata appositamente progettata.
La trappola fanghi SAND BLACK è progettato per resistere alle sollecitazioni del terreno e dell’acqua di falda senza subire significative deformazioni.
Questo semplifica e rende molto più economiche le operazioni di posa in opera del separatore di liquidi leggeri.
Consultare le modalità di interro a seconda del modello.

Le diverse versioni della trappola fanghi SAND BLACK sono riferite ai tre coefficienti moltiplicativi specificati dalla norma europea: 100 NS, 200 NS e 300 NS con un fattore di massa volumica fd unitario.
Per una più corretta caratterizzazione del parametro fd consultare ilm prospetto A1 dell’appendice A della norma UNI EN 858-2.

Le misure esterne sono riportate in tabella.

Forma cilindrica verticale
NSDNDHvxNSH1H2
Name[-][mm][cm][cm][l][cm][cm]
SAND BLACK 8/100816013010010080.575.5
SAND BLACK 14/10014200130150100126.5121.5
SAND BLACK 20/10020200130200100176.5171.5
SAND BLACK 4/20041251301002008479
SAND BLACK 7/2007160130150200130.5125.5
SAND BLACK 10/20010160130200200180.5175.5
SAND BLACK 3/300310013010030086.581.5
SAND BLACK 4/3004125130150300134129
SAND BLACK 6/3006125130200300184179
Forma cilindrica orizzontale
NSDNBLHvxNSH1H2
Name[-][mm][cm][cm][cm][l][cm][cm]
SAND BLACK 20/10020250145240145100114109
SAND BLACK 30/10030315172250172100130.5125.5
SAND BLACK 50/10050315172300172100130.5125.5
SAND BLACK 65/10065315172350172100130.5125.5
SAND BLACK 75/10075315172500172100130.5125.5
SAND BLACK 90/10090315172600172100130.5125.5
SAND BLACK 12/20012200145240145200119114
SAND BLACK 15/20015200172250172200142137
SAND BLACK 25/20025250172300172200137132
SAND BLACK 30/20030250172350172200137132
SAND BLACK 35/20035315172500172200130.5125.5
SAND BLACK 45/20045315172600172200130.5125.5
SAND BLACK 8/3008160145240145300123118
SAND BLACK 10/30010160172250172300146141
SAND BLACK 15/30015200172300172300142137
SAND BLACK 20/30020200172350172300142137
SAND BLACK 25/30025250172500172300137132
SAND BLACK 30/30030250172600172300137132

NOTA: le misure non sono impegnative e possono cambiare senza preavviso

Le lettere riportate nelle figure e in tabella hanno il significato di seguito esposto:

NS – dimensione nominale riferita a diversi parametri moltiplicativi in riferimento alla UNI EN 858-2.
DN – diametro nominale tubi in ingresso e uscita
D – diametro vasca (verticale)
B – larghezza vasca (orizzontale)
L – lunghezza totale (vasche cilindriche orizzontali)
H – altezza totale vasca (escluso prolunghe opzionali)
vxNS – volume effettivo di sedimentazione per portata riferita alla dimensione nominale NS
H1 – altezza tubo in entrata (sottogola) rispetto al fondo della vasca
H2 – altezza tubo in uscita (sottogola) rispetto al fondo della vasca

Dimensionamento della trappola dei fanghi

Il comparto di sedimentazione, anche detto dissabbiatore, è dimensionato in riferimento al volume di fango previsto che varia in funzione del tipo di attività. Tale parametro è definito dalla norma europea UNI EN 858-2 e pertanto si specifica per ogni comparto di separazione la dimensione nominale riferita ai diversi parametri.

Nella tabella seguente è riassunta la casistica definita dalla norma e la richiesta di volume a seconda delle attività con alcune importanti eccezioni (prospetto 5 – UNI EN 858-2)

Volume of sludge trapQuantity of sludgeApplication
NS 100/fd a)SmallProcessing wastewater with defined small sludge volume Catchment basins on petrol tank areas
NS 200/fd b)MediumPetrol stations, vehicle parking lots, garages
NS 300/fd c)HighCarwash, truck wash places

a – non valido per separatori con NS<= 10, eccetto che per parcheggi coperti
b – volume minimo della trappola fanghi 600 litri
c – volume minimo della trappola fanghi 5000 litri

dove fd è definito dalla norma UNI EN 858-2 il fattore di massa volumica di cui si trova precisazione nell’ appendice A della stessa norma.
Il fattore di massa volumica dipende dalla massa volumica del liquido leggero da separare e dalla combinazione dell’impianto di separazione liquidi leggeri.

Accessori

Pozzetto telescopico

Il manufatto è disponibile nella versione base con coperchio di diametro 600 mm oppure con prolunga telescopica dotata di guarnizione e chiusino in polietilene pedonabile (accessorio prolunga telescopica BLACK).

Sistema di bypass

Il sistema di bypass può essere utilizzato se è possibile che venga superata la portata di progetto e che sia accettabile che l’eccedenza non venga sottoposta al trattamento di separazione: per esempio dove c’è un basso rischio di svernamenti e l’inquinamento da liquidi leggeri sia di ridotta entità tale da ritenersi esaurito con la parte precedente dell’evento meteorico.
Il sistema di bypass è disponibile con Pozzetto di controllo della portata oppure con una Linea di bypass integrata. A valle del sistema è possibile installare un Pozzetto di campionamento.

Per potenzialità inferiori è disponibile la gamma di dissabiatori SAND ORANGE.

Per la posa in opera è necessario seguire le operazioni descritte nella procedura BLACK line modalità di interro.

Per modelli senza trappola fanghi (solo deoliatore) consultare nella sezione Deoliatore il prodotto SEPKO.

La norma europea UNI EN 858-2 al punto 4.2.1 definisce le parti che compongono un separatore conforme alla norma EN 858-1 elencandole nel prospetto 1. Il sedimentatore o trappola per i fanghi è individuato con la lettera “S”. Lo stesso paragrafo rimanda all’appendice B dove viene fornita una guida per la scelta dei componenti idonei per particolari applicazioni.
Nel prospetto B1 sono elencate le configurazioni per soddisfare i requisiti di qualità dell’effluente e successivamente nel prospetto B.2 sono elencarti i casi applicativi specifici.
Si noti che in ogni configurazione di trattamento è richiesto il sedimentatore e che in un caso particolare è ammesso come trattamento unico (completo di pozzetto di campionamento).

La trappola per fanghi e sabbie tipo SAND BLACK è compatibile con tutti i separatori di liquidi leggeri e va ovviamente associato a quelli con la dimensione nominale compatibile.

Per la posa in opera è necessario seguire le operazioni descritte nella procedura BLACK line modalità di interro.

Per ulteriori informazioni, preventivi e richieste fuori standard, contattare l’ufficio tecnico.

TOP

Garanzie

Il dissabbiatore SAND BLACK è dimensionato in riferimento alle norme europee.
Rispetta gli standard per scarico in pubblica fognatura per le acque di dilavamento in riferimento al Dlgs 152/2006 – Norme in materia ambientale.
AZUWater è a disposizione per sviluppare soluzioni su misura per le particolari esigenze del cliente.

TOP