Azuwater and Azuvoda

Separatore liquidi leggeri STORM S

Descrizione

L’impianto di trattamento acque meteoriche in continuo tipo STORM S è un sistema di separazione liquidi leggeri per acque di dilavamento provenienti da superfici pavimentare come piazzali, aree di manovra, parcheggi ecc.

L’impianto è dotato di una zona di sedimentazione per trattenere le sabbie anche detta trappola per i fanghi e una zona di separazione dei liquidi leggeri con filtro a coalescenza. L’uscita è protetta da un filtro di sicurezza e da un otturatore automatico.

TOP

Caratteristiche

L’impianto di trattamento acque di dilavamento tipo STORM S tratta le acque meteoriche provenienti da zone pavimentate come piazzali di manovra, parcheggi, lottizzazioni, logistiche, officine meccaniche che posso contenere liquidi leggeri come oli minerali, idrocarburi, carburante (benzina o gasolio).
Il manufatto è realizzato in una vasca monoblocco in calcestruzzo vibrato (CAV) con nervature e travi di rinforzo.
Ogni modello è individuato da una dimensione nominale (NS) che corrisponde alla portata (in condizioni standard definite dalla norma UNI EN 858-1) che il manufatto che può trattare.
L’impianto è diviso in diverse zone. La prima è la trappola per i fanghi per trattenere le sabbie e i solidi sedimentatili che non devono essere trascinati nell’effluente e potrebbero occludere il filtro a valle.
La seconda è la zona di separazione degli liquidi leggeri che avviene mediante il passaggio in pacchi lamellari e la cui efficienza è migliorata dall’effetto della coalescenza.
Il pacco lamellare, in materiale plastico e specifico per il trattamento dei liquidi leggeri, è installato a favore di flusso per evitare che la risalita delle gocce aggregate disturbi il fenomeno della coalescenza.
Il fondo della zona al disotto dei pacchi è in contropendenza per raccogliere in una zona accessibile le eventuali sabbie sfuggite alla trappola a monte.
L’ultima parte è quella dell’accumulo degli oli e dell’uscita dell’effluente.
I liquidi leggeri vengono immagazzinati sulla superficie libera. Il volume necessario è valutato in base a quanto disposto dalla UNI EN 858-1.
A garanzia della qualità dell’effluente il sistema è dotato di una protezione di emergenza in materiale plastico per evitare che gli oli vengano trascinati con le acque in uscita.
Il dispositivo di chiusura automatica, anche detto otturatore, evita l’uscita dell’effluente in caso di raggiungimento del massimo volume di stoccaggio oli per evitare il dilavamento dei liquidi leggeri accumulati.
La chiusura avviene in automatico poiché il galleggiante è più pesante dell’olio e si posiziona all’altezza del livello dell’acqua.
Il sistema deve essere dotato di un dispositivo di by-pass di emergenza a monte del separatore stesso (disponibile su richiesta).
Nel manufatto non sono ammesse acque reflue domestiche con inquinanti organici o acque grigie ma soltanto acque meteoriche di dilavamento.

TOP

Specifiche tecniche

Il sistema di separazione oli e liquidi leggeri è realizzato in una vasca in calcestruzzo armato vibrato per interro o posa fuori terra (disponibile su richiesta), conforme al D.M. 14.01.2008 ed alla legge antisismica vigente.
Carrabilità leggera o pesante (a richiesta) con chiusini in calcestruzzo, in lamiera zincata, lamiera acciaio inox, o ghisa sferoidale pedonale (B125), carrabile per traffico leggero (C250) o carrabile per traffico pesante (D400).
La gamma STORM S è disponibile con modelli di portata nominale da 2 a 120; il volume di stoccaggio liquidi leggeri varia da 52 a 2’800 litri.
Le misure esterne sono riportate in tabella.

NSDNBLHH1H2QmaxWtWoil
Name[-][mm][cm][cm][cm][cm][cm][l/s][l][l]
Storm S 221001051501401101052.1122.952.2
Storm S 331001301601401101053.0167.668.6
Storm S 441251502001501181134.1297.5138.7
Storm S 551251502002001681635.1317.6144.6
Storm S 881602102501501141098.1495.9306.4
Storm S 101020021025020016015510.1855.0380.4
Storm S 151520021025026522522015.41248.3375.1
Storm S 202020025032020016015521.01573.2584.1
Storm S 252525025032025020520025.61928.9710.2
Storm S 303025025042022017517030.12325.61013.5
Storm S 353531525042025019919435.41833.11198.8
Storm S 454531525042027021921445.72462.41128.6
Storm S 505031525052025019919450.72681.31509.8
Storm S 606031525052027021921460.03857.81469.7
Storm S 707031525052030024924470.13816.71459.7
Storm S 808031525065027021921483.75437.81855.9
Storm S 909031525065029023923490.25519.91876.0
Storm S 100100315250820270219214100.05458.32528.1
Storm S 120120400250820290230225122.16586.92892.0

NOTA: le misure non sono impegnative e possono cambiare senza preavviso

Le lettere riportate nelle figure e in tabella hanno il significato di seguito esposto:

NS – dimensione nominale secondo la UNI EN 858-1/2
DN – diametro nominale tubi in ingresso e uscita
B – larghezza totale esterna
L – lunghezza totale esterna
H – altezza totale esterna (esclusa copertura)
H1 – altezza tubo in entrata (sottogola) rispetto al fondo della vasca
H2 – altezza tubo in uscita (sottogola) rispetto al fondo della vasca
Qmax – massima portata ammissibile
Wt – volume della trappola dei fanghi seconda la UNI EN 858-1/2
Woil – volume stoccaggio liquidi leggeri secondo la UNI EN 858-1/2

Per ulteriori informazioni, preventivi e richieste fuori standard, contattare l’ufficio tecnico.

TOP

Disegni tecnici

TOP

Garanzie

L’impianto di separazione liquidi leggeri è dimensionato in riferimento alle norme europee.
Rispetta gli standard per scarico in pubblica fognatura per le acque di dilavamento in riferimento al Dlgs 152/2006 – Norme in materia ambientale.
AZU Water è a disposizione per sviluppare soluzioni su misura per le particolari esigenze del cliente.

TOP